FAQ

In questa sezione si daranno risposte alle domande più comuni sul monosci.

 

  1. Dove posso praticare il monosci?

Il monosci può essere praticato in tutte le stazioni sciistiche, nelle aree adibite per la discesa, utilizzando senza problemi gli impianti di risalita (skilift, seggiovie, funivie). Non ci sono restrizioni al monosci, quello che si fa con due sci si può fare anche con il monosci.

 

  1. Che requisiti servono per poter usare un monosci?

Saper sciare è un requisito fondamentale, unitamente a coordinazione e disciplina sulla neve. Come tutti gli sport anche il monosci necessita di una buona condizione atletica, scioltezza, articolabilità e capacità aerobica.

 

  1. Dove posso comprare un monosci?

Monosci usati si trovano sui forum specializzati o semplicemente su ebay, a prezzi contenuti (50/100 euro). Ci sono poi una decina di costruttori di monosci più moderni, leggeri e facili da utilizzare (Vedi sezione “Link”) con prezzi per il nuovo che vanno da 200 euro a 1000 euro per serie speciali o monosci di bassissima tiratura.

 

  1. Esistono delle scuole di monosci?

In Italia non esistono scuole di monosci benché i maestri di sci alpino siano abilitati anche all’insegnamento del monosci. In Francia esistono ancora maestri che insegnano il monosci. Ci sono opportunità di test negli eventi che organizziamo.

 

  1. Perché il monosci è poco praticato?

Il monosci è indubbiamente uno sport di difficile apprendimento e in generale richiede maggiore impegno fisico e concentrazione rispetto ad altre discipline di discesa. Il primo impatto col monosci produce sempre molte perplessità: lo sciatore, per abitudine, avverte subito una sensazione di costrizione e questo primo ostacolo, se non superato, impedisce molto spesso di prendere confidenza con l’attrezzo e continuare la pratica. E’ richiesta quindi prima di tutto una grande determinazione nella fase di approccio e una forte volontà ad imparare la corretta tecnica, dedicandoci tutto il tempo che sarà necessario.

 

  1. Mi occorre un’attrezzatura particolare?

No, il monosci si può praticare con il classico equipaggiamento dello sci alpino, tuta, scarponi, bacchette.

 

  1. Posso fare scialpinismo con il monosci?

Si, il monosci consente una più facile sciata su neve fresca, quindi in particolare in fuoripista. Esistono monosci “split” (vedi es. Aluflex) che sono stati concepiti per questo tipo di pratica.

 

  1. Il monosci è pericoloso?

Il monosci è pericoloso tanto quanto lo sci alpino. Nello sci tradizionale il 50% degli incidenti riguarda le ginocchia, lesioni, rotture dei legamenti, menischi. Questo tipo di incidenti sono dovuti ad accavallamenti degli sci o appoggi su una sola gamba e sono pertanto azzerati sul monosci proprio per la sua conformità. Rimangono gli altri infortuni, lussazioni della spalla, fratture dell'omero o infortuni del pollice con il bastoncino che fa leva tra il pollice e l'indice. L’incidenza di questi traumi è identica a quella dello sci alpino; inoltre questi incidenti possono essere prevenuti, così come nello sci, “imparando a cadere”. La neve “acquosa” di fine stagione, solitamente la più pericolosa, diventa il terreno ideale e forse il più divertente per i monosciatori che la affrontano con disinvoltura.

 

  1. Esistono dei manuali o dei libri didattici?

La letteratura tecnica sul monosci è molto scarsa, almeno per quanto riguarda l’Italia. L’unica pubblicazione in lingua nazionale che ha trattato in modo esauriente il monosci (materiali, tecniche e preparazione) è il libro “Monosci Monopassione” di Enrico Marta – Mulatero Editore.

 

  1. Perché usare il monosci?

Negli anni ’80, approdava al monosci l’amante del fuoripista, alla ricerca del massimo “galleggiamento” e senza valide alternative a cui attingere (lo snowboard prenderà piede nei primi anni novanta). Oggi, in un periodo in cui lo sci sembra aver esaurito novità e varianti tecnologiche, approda al monosci lo sciatore esperto che non trova più soddisfazione nella pratica dello sci moderno o che per gioco o curiosità vuole scoprire un nuovo modo, completamente diverso, di affrontare la neve.

Il monosci diventa quindi una nuova esperienza, alternativa al passaggio allo snowboard, per lo sciatore che vuole conservare una tecnica raffinata ed elegante. Se poi questi avrà la volontà di migliorarsi, scoprirà che il monosci è capace di regalare grandi soddisfazioni, grande divertimento, tanta adrenalina e sensazioni di sicurezza equiparabili, o addirittura superiori, a qualsiasi altro attrezzo da neve.